KINESIOLOGIA EMOZIONALE QUANTICA®

Posted: gennaio 22, 2017 By: Comment: 0

Suona la musica del tuo cuore

La kinesiologia è un’arte per la salute che unisce la saggezza delle antiche tecniche orientali e i metodi del riequilibrio energetico occidentale in modo efficace ed innovativo.

Da sempre si contraddistingue, rispetto ad altre discipline, per l’utilizzo del test muscolare. Agisce in maniera ecologica, attivando l’intelligenza profonda dell’individuo e la memoria corporea, unica in ogni individuo, facilitando il processo di cambiamento rispetto a tematiche personali che le persone desiderano affrontare.

Essa agisce tramite la stimolazione di punti riflessi dei meridiani energetici della medicina cinese ed in particolare  dei meridiani distinti, dove, secondo la visione della Medicina Tradizionale cinese scorre lo  “Shen” ossia l’energia emozionale legata al cuore.

Lavorando sulle energie sottili, tende a rimuovere i blocchi energetici che, quotidianamente, condizionano ed influenzano la qualità della vita di ogni essere umano.

La kinesiologia opera esclusivamente attraverso tecniche dolci, non invasive, con lo scopo di rendere coscienti le persone di quanto sia importante entrare in contatto con la propria ”saggezza interiore innata”.

La kinesiologia nasce nel 1964 dalle capacità straordinarie di un famosissimo chiropratico americano George Goodheart e ben presto ottiene un grande successo divenendo un metodo innovativo per aiutare le persone a perpetuare nel tempo uno stato di armonia ottimale in modo naturale. G. Goodheart scopre che determinate manipolazioni effettuate su un muscolo debole tendono a rafforzarlo. Comprende l’importanza di questa scoperta, l’approfondisce ed inizia a presentarla ai suoi colleghi. In tempi successivi (anni 70) la diffusione del metodo si è avvalsa della collaborazione di uno dei suoi più stretti collaboratori: Jhon Thie che pubblicò un libro intitolato “Touch for Healt” (tocco per la salute) di facile comprensione per tutti , ancora oggi elemento bibliografico essenziale per chi si appresta a conoscere il mondo della kinesiologia applicata.

Nel corso degli anni quella che originariamente era indicata da Goodheart con il termine “kinesiologia applicata” (“applied kinesiology”), e successivamente, da Jhon Thie come Kinesiologia specializzata (specialized kinesiology), ha avuto ulteriori e più ampi sviluppi. Varie ramificazioni hanno preso spunto dalla disciplina originale, ma il test muscolare kinesiologico è rimasto e resta il riferimento imprescindibile per ognuna di loro.

Fra le varie evoluzioni, fondamentale e apportatrice di grandi novità,  è quella che nasce nel 1976 grazie a Gordon Stokes e Daniel Whiteside che fondano la “Three in One Concepts” per sviluppare e proporre il metodo ONE BRAINPer distinguere il lavoro innovativo di Stokes e Whiteside rispetto alle altre tecniche kinesiologiche, si potrebbe dire semplicemente che il metodo ONE BRAIN testa EMOZIONI e non muscoli sciogliendo lo stress. 

Stokes e Whiteside pensano di poter arrivare, utilizzando il test muscolaread affrontare le origini dei disagi emozionali presenti in ognuno di noi e a sciogliere (in termini tecnici “defondere” ) lo stress legato all’emozione vissuta durante l’avvenimento che l’ha provocata. Infatti, una emozione non elaborata fa sì che, nella vita presente, all’interno di una determinata tematica,  possano riproporsi continuamente gli stessi esiti di sempre, quelli che ci accompagnano da tutta una vita.

Stokes e Whiteside creano il percorso di una seduta One Brain con lo scopo di permettere alle persone di guardare in modo più distaccato e sincero l’origine del proprio disagio e fornire l’opportunità di  una nuova scelta,  proprio nel momento in cui  lo stress, che da sempre accompagna quella tematica, viene fatto scendere a zero.

E’ importante sapere che STOKES E WHITESIDE iniziano la loro esperienza occupandosi di bambini con problemi di apprendimento con i quali gli approcci convenzionali non avevano sortito effetti positivi di alcun genere. I risultati positivi raggiunti dalla Three in One in questo specifico campo, permisero ai suoi fondatori di indirizzare il metodo anche agli adulti ed ai loro “disagi emozionali”, ottenendo lo stesso medesimo successo. 

Troppo spesso crediamo di volere con tutto il cuore qualcosa e nonostante la volontà con la quale perseguiamo il nostro obiettivo, capita di non riuscire a raggiungerlo. Ma dietro al mancato raggiungimento delle nostre soddisfazioni, si nascondono frequentemente delle cause emozionali, delle percezioni errate assimilate in un tempo molto lontano della nostra vita che, nel frattempo, si sono trasformate in vere e profonde convinzioni condizionanti. 

E’ possibile lasciare andare queste percezioni e sciogliere i blocchi energetici che ne sono conseguiti?

Ci sono dei metodi che possiedono la chiave per farlo e uno di questi è la Kinesiologia Emozionale. 

Riprogrammando percezioni errate del passato, si modifica il proprio presente e si sceglie un nuovo futuro.

A causare uno squilibrio energetico è normalmente lo stress, sia esso fisico, chimico o emozionale. Quando lo stress è continuo, il nostro corpo non riesce più ad equilibrarsi da solo ed è proprio in queste circostanze che si possono aiutare le persone con la Kinesiologia Emozionale.

Se per qualsivoglia motivo andiamo sotto stress mentre svolgiamo un’azione di qualunque genere, l’emozione provata in quella determinata circostanza viene fusa insieme all’azione stessa. Quello stress emozionale diventerà parte di quell’attività e interferirà sulla nostra abilità di svolgerla o di viverla in modo ottimale.

Siamo a conoscenza della suddivisione tra emisfero destro ed emisfero sinistro del nostro cervello; ogni emisfero possiede funzioni e caratteristiche ben delineate e differenti rispetto all’altro. Quando andiamo sotto stress, la comunicazione tra i due emisferi può soffrirne. In questi casi, l’uno tende a prevalere sull’altro creando i presupposti di una incapacità elaborativa delle informazioni pervenute. Le tecniche utilizzate in Kinesiologia Emozionale consentono di porre riparo a questa problematica sia durante la fase scolastica, sia durante la fase adulta quando, nella vita quotidiana, si subiscono gli effetti delle situazioni stressanti vissute in età scolare.

Nasce quindi, a seguito di studi e ricerche nel campo della kinesiologia ed in particolare a seguito di percorsi di Tecniche kinesiologiche con il Dott. Roy Martina e di formazione come facilitatore One Brain® con gli stessi Gordon Stokes e Daniel Whiteside, la Kinesiologia Emozionale Quantica ® , un metodo creato da Chiara Zambianchi, Naturopata e Kinesiologa.

www.giglioverde.it

Si tratta di una metodica frutto di 18 anni di esperienza nel campo della Kinesiologia Emozionale e di ricerche personali nell’ambito delle tecniche vibrazionali e della medicina olistica/sistemica e integrata.

La Kinesiologia Emozionale Quantica ® coniuga al suo interno parte di alcune tecniche e studi conosciuti e largamente utilizzati nel campo delle bio discipline, e nuove metodiche specifiche che aiutano l’individuo a riconoscere i conflitti interiori e a risolverli unicamente con le proprie risorse in maniera dolce e consapevole. E’ una metodica dolce e non invasiva che si propone di sostenere coloro che desiderano prendersi cura di se stessi e del proprio “giardino interiore”. Ha come unico obbiettivo quello di restituire alla persona le proprie chiavi di lettura. Sarà lei stessa, una volta riconosciuti i propri valori, le proprie credenze positive, le proprie necessità primarie, a muoversi naturalmente verso il raggiungimento del proprio equilibrio emozionale, mettendo in atto il meglio di sé in quella particolare esperienza di vita vissuta per la quale chiede sostegno. L’operatore K.e.Q. ® mette semplicemente a disposizione del “nuovo giardiniere” gli attrezzi del mestiere più indicati, i “diserbanti” più efficaci per la bonifica del suo giardino. Il lavoro quotidiano sarà sempre della persona, che sarà responsabilizzata a mantenere pulito, ordinato e curato il suo spazio.

La Kinesiologia Emozionale Quantica ® ha come obbiettivo il raggiungimento ed il mantenimento del benessere delle persone. Utilizza il test kinesiologico come strumento di indagine dolce per riconoscere e sciogliere i “sabotaggi” emozionali che creano i disagi più frequenti : stress, paure profonde, insicurezza, ipersensibilità, debolezza e percezioni di disagio generalizzato, che possono creare somatizzazioni.

La Kinesiologia Emozionale Quantica ® integrata a tecniche che usano i principi della fisica quantistica e tecniche di meditazione (K.E.Q con marchio registrato) aiuta l’individuo a riconoscere i propri conflitti interiori e a risolverli unicamente con le proprie risorse in maniera dolce e consapevole, in quanto favorisce l’allineamento con le proprie informazioni armoniche e coerenti.

La Kinesiologia Emozionale Quantica ® non vuole in alcun modo sostituirsi al medico o allo psicologo, ma vuole essere un semplice strumento di sostegno alla quotidianità dell’individuo sano.